Dove siamo

Ci troviamo a Civita (Çifti, in arbëreshë), nella provincia di Cosenza, piccolo scrigno in cui sono custodite le antiche tradizioni del popolo arbëresh che lo incastonò tra le rocce per renderlo invisibile alle scorribande dei saraceni. La vallata in cui sorge è circondata da montagne boscose, illuminate dai riflessi azzurri del mar Ionio che si intravede all’orizzonte. Oggi è uno dei principali centri del Parco Nazionale del Pollino e fa parte del circuito Bandiera Arancione, marchio di qualità turistico-ambientale conferito dal Touring Club Italiano. E’ stato insignito del titolo Borgo più bello d’Italia, per lo “spiccato interesse storico e artistico”. Tante, infatti, le meraviglie del luogo: la splendida Chiesa di Santa Maria Assunta, di impianto orientale, costruita in stile barocco nella seconda metà del XVI secolo, caratterizzata da una complessa iconostasi e da un imponente altare greco; il museo etnico, archivio di testimonianze dell’umile, dignitosa e travagliata storia del popolo arbëresh; i particolari comignoli che, oltre ad aspirare il fumo dai camini, tengono lontano gli spiriti maligni; le originali case parlanti (cosiddette case Kodra), le cui facciate richiamano con evidenza il volto umano. La natura gli ha infine offerto il suggestivo paesaggio del Canyon del Raganello (canyon tra i più maestosi d’Europa – circa 17 km), con le sue impressionanti pareti a picco sulla Timpa del Demanio, sulle cui gole sorge il Ponte del Diavolo, antico ponte romano costruito per congiungere la via Appia con la Annia Popilia.

Contatti

Via Piave, 9 Civita (CS) 87010

info@cervinago.com

+39 3462233481 | +39 3404914049